6 consigli per fotografare B&B

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Fotoblog
  • Tempo di lettura:5 mins read
You are currently viewing 6 consigli per fotografare B&B

Servizio fotografico “fai da te”

Hai una piccola struttura ricettiva e non vuoi dedicare parte del budget per assumere un fotografo professionista? Per te, che per il momento vuoi provare a fare tutto da solo, alcuni utili consigli per fotografare B&B e rendere al meglio la tua struttura.

Prima di iniziare lasciami dire che difficilmente da solo otterrai un servizio fotografico professionale perché potrebbe mancarti l’attrezzatura idonea (reflex, obiettivi grandangolari, luci, etc…) e soprattutto l’esperienza di un fotografo che sa valorizzare gli ambienti e riesce a far immaginare l’esperienza del soggiorno, ma, mettendo in pratica questi consigli, otterrai sicuramente del materiale utile da utilizzare sui canali social e tenere sempre aggiornata l’immagine della tua attività. Iniziamo!

Se invece vuoi scoprire l’importanza del servizio fotografico professionale e avere più informazioni clicca il pulsante arancione qui sotto

👇 Clicca qui 👇

Consigli per fotografare B&B

Forse non sai che il 90% dei viaggiatori sceglie il B&B, hotel o casa vacanza in base alle immagini viste online.


Ecco perché i prossimi consigli per fotografare B&B ti serviranno a non farti trovare impreparato e ti aiuteranno a ottenere più clienti.

La location

Per rendere gli ambienti presentabili e invitanti è fondamentale curare in ogni dettaglio la pulizia e l’ordine. Trattandosi per lo più di camere da letto, i copriletto devono essere stirati perfettamente. Vanno tolti inutili suppellettili e oggetti che creano disturbo e disordine. Via cestini, carta igienica, telefoni od orologi. È consigliabile, invece, inserire degli oggetti che possano rendere l’ambiente più invitante come piccole piantine, della frutta fresca, una bottiglia di vino, dei libri… Ma senza esagerare, perché creando aspettative troppo alte, rispetto all’effettivo servizio offerto, può essere deleterio e spingere l’ospite deluso a rilasciare recensioni negative.

servizio-fotografico-fai-da-te

La luce

Per ottenere foto luminose e far risultare gli ambienti interni più gradevoli è consigliabile usare la luce diurna. Le finestre dovranno essere ben pulite e tenute aperte. Mentre per gli ambienti esterni, essendo foto di tipo quasi paesaggistico, è consigliabile scattare durante le prime ore dopo l’alba o poco prima del tramonto. Se le circostanze e la location lo permettono si potrebbe sfruttare anche l’ora blu per rendere la location ancora più suggestiva.

La composizione

La regola più facile per ottenere delle inquadrature più corrette è la regola dei terzi (Wikipedia), ovvero, per spiegarla in paroche parole, quella che prevede il soggetto posizionato in uno dei terzi dell’inquadratura.

servizio-fotografico-per-bb

Scattare dagli angoli ti darà la possibilità di avere una prospettiva più ampia e dare più dinamicità alla foto, valorizzando maggiormente gli spazi stretti.

Fai attenzione che tutte le linee verticali e orizzontali siano parallele e non convergano tra loro. Le linee oblique o distorte rappresentano infatti inutili distrazioni, oltre a rappresentare un sintomo di scarsa professionalità.

Uso del treppiede

Tra tutti i consigli per fotografare B&B questo può sembrare il più banale ma è quello che ti può permettere di migliorare sensibilmente la qualità delle foto. Innanzitutto, utilizzare un treppiede con una livella ti aiutera a ottenere una foto perfettamente dritta; ti consente di usare tempi di scatto più lunghi e quindi foto più luminose; e soprattutto ottenere foto più nitide perché non saranno mosse come quelle scattate a mano libera. Infine, se sei esperto con i software di fotoritocco, puoi fare doppie esposizioni o HDR per ottenere fotografie con una gamma dinamica maggiore, ad esempio quando è presente una finestra e c’è molta differenza tra l’interno e l’esterno.

Cosa scattare

Bisogna mostrare sicuramente tutti i punti di forza della struttura ma non devono neanche mancare le foto di alcuni ambienti, spesso sottovalutati, che invece possono essere decisivi nella scelta finale del potenziale cliente.

consigli per fotografare b&b

Le foto degli ambienti della tua struttura che non possono mancare:

  • Le camere da letto e i bagni;
  • La sala colazione e gli ambienti comuni;
  • La colazione;
  • Le foto degli esterni e dei servizi presenti (giardino, piscina, biciclette, etc…)
  • La foto del gestore.

La post-produzione

Difficilmente la foto verrà fuori dalla fotocamera per come la vorresti. In condizioni difficili con forti contrasti di luce, come ad esempio davanti finestre, balconi o terrazze, spesso è necessario fare prima più scatti con esposizioni diverse e, successivamente, unirli con varie tecniche di fusione (Multi-esposizione, HDR, Manual blending), così da avere un’immagine finale che sia perfettamente bilanciata tra zone di luce e ombre.

post-produzione-per-bb

Il servizio fotografico professionale

Se riuscirai a mettere in pratica questi utili consigli per fotografare B&B otterrai sicuramente un buon risultato e delle buone fotografie da utilizzare sui canali social.

Ma se vuoi veramente fare il salto di qualità ti consiglio di rivolgerti a un professionista esperto del settore che ti aiuti a migliorare sensibilmente l’immagine della tua struttura, promuoverla più facilemente, farla notare maggiormente sulle piattaforme OTA, vincere la concorrenza e ottenere più prenotazioni.

A tal proposito, puoi consultare il mio servizio fotografico per bed and breakfast e strutture ricettive.

Se hai domande, dubbi o progetti da propormi contattami cliccando il pulsante qui sotto.

👇 Clicca qui 👇

Conclusioni

Mentre in questo articolo abbiamo visto come realizzare un servizio fotografico “fai da te” nel prossimo andremo ad affrontare la problematica di come vincere la concorrenza sulle principali piattaforme OTA.

Stay tuned 🙂